Egregio dottore, ho 36 anni e circa 15 aa fa ho avuto una Pericardite "idiopatica" con versamento modesto, trattata per 3 mesi con acido acetilsalicilico (5 gr /die a scalare). sono bradicardico dalla nascita (54) e sportivo agonista (gioco a tennis 4 volte alla settimana per circa 1 ora) e ho perso con un regime dietetico controllato 18 Kg in 6... Leggi di più mesi (da 96 a 78; sono alto 1.78). Da circa 20 giorni accusavo stanchezza eccessiva. 10 giorni fa, mi sono recato al Pronto Soccorso, dove ad un ECG risultavo con frequenza di 36 bpm, ST sovralivellato (già presente fin da piccolo) e un modestissimo versamento pericardico in sede posteriore (0.8mm in un'area di 1cm X 1). Ho eseguito un esame Holter dove non risulta niente. rx torace nella norma. Dopo 2 giorni ho accusato dolori al petto tipici della pericardite (così me li ricordavo). PCR : 0; VES 9. GR 5.2; GB 6.4; HB 16; HT. All'ecocardiografia il versamento non era cambiato, se non per al posizione più laterale destra. Mi hanno prescritto Indoxen 50 mg tre volte al dì, ma il dolore permane al mattino e alla sera quando vado a letto. sono molto stanco e soprattutto la sera, la mia frequenza cardiaca arriva a 40-45. Non ho mai avuto febbre. La pressione e 120/80. Ho in programma di ripetere gli esami del Sangue. Mi può suggerire una Terapia adeguata ed eventuali ulteriori esami per inquadrare la mia situazione? grazie.