Egregio Dottore,mio marito di 52 anni è stato sottoposto nel maggio 2007 ad angioplastica con stend medicato per un episodio di ischemia cardiaca.Attualmente è in cura con doppio antiaggregante (plavix+cardioaspirina).Durante un controllo con holter cardiaco, eseguito a fine ottobre u.s., è stata registrata una pausa bav di 8 secondi e... Leggi di più successivamente di 4 secondi, entrambe durantele ore notturne. In seguito a ciò è stata dapprima consigliata l' applicazione di pace-maker e successivamente i medici hanno preferito rimandare l'inserimento del pace-maker fino a che non è trascorso almeno un anno di trattamento con plavix, perchè ,ci hanno detto, l'interruzione del farmaco prima di tale termine è assolutamente sconsigliata e pericolosa. un altro specialista da noi contattato ha invece sostenuto la necessità di applicare subito il pace-maker in quanto si potrebbe instaurare una terapia sostitutiva del plavix nei giorni precedenti l' intervento. La preghiamo di volerci indicare la soluzione più giusta perchè siamo alquanto preoccupati. Grazie.P.S. Vorremmo segnalarle che il difetto di conduzione registrato pare sia dovuto ad un reumatismo articolare avuto da ragazzo e che ha lasciato anche una lieve-moderata insufficienza aortica. Attualmente queste pause non danno sintomatologia sincopale ma solo momentanei annebbiamenti di vista e lievi capogiri. Grazie ancora, Laura