06-03-2006

elevazione PSA e biopsia

durante un ricovero in ospedale per una colite mi viene riscontrata un'alterazione del PSA per il quale inizio una cura con Antibiotici. nei mesi successivi il valore prima si abbassa e poi si rialza e per questo mi biene effettuata la biopsia, risultata negativa, da allora ripeto più volte il psa il quale varia da 7 a 15. e ripeto la Biopsia altre 2 volte in altrettanti centri diversi, senza cambiamenti di risultato am il valore non si abbassa. e' possibile che devo continuare a fare soltanto questi controlli ed effettuare le biopsie con tutti i disagi che comportano? ho letto che esiste un nuovo marcatore ECPA specifico per i casi con PSA alto ma biopsia negativa. E' valido? E dove posso effettuare questo esame in italia? la ringrazio fin da ora per la risposta.
Risposta di:
Risposta
L'andamento descritto del PSA sembra orientare per patologia su base infiammatoria.La ripetizione della biopsia,una volta esclusa la componente infiammatoria,è corretta. Non pratichiamo la ricerca del marcatore indicato e non sappiamo indirizzarla.
TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!