Mio marito di 63 anni già affetto da cirrosi in seguito ad epatite C, ha un carcinoma al fegato di circa cm. 7,50 con trombosi alla vena porta. È stato trattato con NEXAVAR per 8 mesi, ora sospeso perché sono sopravventi problemi di ascite e di encefalopatia epatica. Vorrei sapere se in questa situazione così complicata è possibile intervenire o fare un trapianto. Grazie e aspetto cortesemente una vostra risposta.