Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

10-08-2006

enfisema bolloso

Ho 45 anni, mi sono operato 6 anni fà di enfisema bolloso, è andato tutto o.k.. Continuo a fumare dall'età di 18 (ho smesso solo un'anno (dopo l'operazione), da quest'inverno ho una tosse secca e anche catarosa non sanguinolenta, di conseguenza, ho effettuato la T.A.C. questo è il referto:
L'esame è stato eseguito con tecnica volumetrica multistrato nelle sole condizioni basali.Per quanto è possibile apprezzare senza somministrazione di m.d.c. in sede mediastinica o si rilevano significative linfoadenomegalie ove si eccettui la presenza di piccolo linfonodo centimetrico in corrispondenza della loggia del Barety. L'esame documenta la presenza di una condizione enfisematica bollosa bilateralmente in corrispondenza degli apici polmonari in sede anteriore bilateralmente. Non evidenza di alterazioni tomodensitometriche focali con le caratteristiche di attività in sede pleuropolmonare bilateralmente ove si eccettui la presenza di millimetrica formazione iperdensa in sede sub-pleurica in corrispondenza dello sfondato costofrenico a sinistra che appare riferibile verosimilmente ad esiti. Vorrei sapere cosa devo fare?
Risposta
Ammetto di rimanere sempre sorpreso dalla caparbia volontà, di alcuni fumatori, di arrecarsi danni sempre maggiori ed irreversibili. Ad ogni stadio si sia giunti, comunque, è sempre possibile beneficiarsi di qualche vantaggio concreto che, sia ben chiaro, è sempre minore più tempo si aspetta per porre fine a questa "goccia cinese". Cosa fare? Smettere di fumare in quanto è molto chiaro che ha una particolare "sensibilità" polmonare al danno indotto dal fumo. Ogni eventuale altra terapia è seguente o superflua se attuata prima di tale discontinuazione.
TAG: Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!