15-07-2016

Epatite B e terapia con interferone

Gentile dottore, sono un uomo di 40 anni con epatite B cronica sottoposto a terapia con interferone con valori inizio cura: - HBsAG 5500 Ul/ml - HBV DNA 348477 Ul/mL - HBV genotipo virale D Dopo 6 mesi di cura, i miei valori attuali sono i seguenti: - HBsAG 6600 Ul/ml - HBV DNA 1812 Ul/mL I valori AST 30 e ALT 35 sono sempre al di sotto dei valori di riferimento. L'epatologo dove sono in cura, prelievi di controllo mensili, ha ritenuto opportuno sospendere la cura con interferone ripetendo gli esami del sangue per controllare la reazione del virus alla sospensione dell'interferone. Esiste la possibilità di azzerare la carica virale del virus con un'altra tipologia di cura?
Risposta di:
Dr. Alessandro Nerli
Specialista in Malattie infettive
Risposta
Purtroppo la terapia con interferon per lei è inefficace, già dopo 3 mesi lo si poteva stabilire con gli esami che mi riferisce, quindi ha già fatto altri 3 mesi in modo inutile, che rischiano di darle solo problemi. Il genotipo D è notorimente poco sensibile all'interferon, quindi secondo il mio parere può interrompere la terapia.
Non dice quale grado di fibrosi ha il suo fegato; se è abbastanza avanzato dovrà curarsi con i farmaci per os.
cari saluti
TAG: Biochimica clinica | Epatologia | Esami | Fegato | Gastroenterologia | Infezioni | Medicina generale | Patologia clinica | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!