Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-11-2018

Ernia Espulsa l4-l5

Buonasera, chiedo un consulto per il mio compagno al quale, a seguito di una forte lombo-sciatalgia che lo ha bloccato a letto a fine Settembre, è stata diagnosticata, tramite risonanza magnetica, una VOLUMINOSA ernia del disco ESPULSA, livello L4 - L5. Passata la fase di dolore acuto, grazie a iniezioni di antidolorifici, attualmente riesce a camminare, pur persistendo lievi dolori alla schiena e talvolta alla gamba coinvolta. E' in trattamento da un osteopata. In piu', a seguito di una visita neuroradiologica, gli è stata consigliata la pratica della discolisi, trattamento (costoso) per la disidratazione dell'ernia. Gli è stato riferito che il trattamento in oggetto dovrebbe funzionare all'80% e che ha tempi di ripresa decisamente ridotti rispetto all'intervento chirurgico, intervento che, a sua volte, non escludererebbe eventuali recidive in seguito. Ora quello che cerchiamo è un parere: data la situazione e trattandosi di ernia comunque voluminosa ed espulsa, se pur senza grossi problemi di deambulazione e con piccoli doloretti passeggeri, quale sarebbe la scelta più opportuna? La discolisi potrebbe effettivamente funzionare? O non farebbe altro che posticipare un intervento chirurgico inevitabile? Essendo molto giovane, 27 anni, la sua preoccupazione è quella di poter tornare a fare tutto come prima e soprattutto a lavorare nonchè di farlo nel più breve tempo possibile. Attendo un vs riscontro in merito. Cordiali saluti 

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

Le cose che le hanno detto sono corrette. La discolisi funziona nell'80% dei casi, abitualmente evita l'intervento chirurgico, che non viene pregiudicato da un eventuale fallimento. Se i sintomi sono modesti come sembra, la scelta migliore è la discolisi o anche l'attesa che il frammento espulso si disidrati spontaneamente. Occorre sottolineare che una guarigione COMPLETA (cioè tornare come prima) non si otterrà mai. Infatti l'espulsione dell'ernia comporta che il nucleo polposo del disco è uscito dalla sua sede (questa è la definizione di ernia), e non vi tornerà più, dando quindi una modesta sindrome da destabilizzazione che si tradurrà in modesta lombalgia.

TAG: Neurochirurgia | Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!