L’ESPERTO RISPONDE

Esami per dolori continui

Buongiorno cercherò di spiegare i problemi che sto attraversando con mia moglie. Nel mese di luglio scendendo da un scalino allungando la gamba sentivo uno un dolore al polpaccio visualizzato da ecografia diagnosticava 55mm di strappo, nulla di grave ma da quel momento il mia postura è cambiata e sono iniziati dolori continui a mani, piedi, polsi, ginocchia, caviglie, costole più formicolio ai piedi. Nel frattempo avevo in corso una visita ginecologica dove risulta un polipo nel endometriosi di 12mm benigno da asportare. Spiegando al ginecologo i miei dolori all età di 48 anni mi tranquillizzata dicendomi che la prenopausa causa certi dolori e di stare tranquilla per tutto. Ora dopo vari specialisti, reumatologo neurologo ginecologo, sembrerebbe da diagnosi reumatologo fibromialgia secondaria, e di praticare ginnastica in acqua agopuntura e varie vitamine, ecc ecc. A distanza di mesi ho dolori continui che non mi fanno vivere causando depressione. Non abbiamo linee guida nelle Marche riguardo fibromalgia , e mi chiedevo se gentilmente potevo essere consigliato su eventuali analisi da effettuare, perché ancora nessun dottore me ne ha consigliate (tipo criteri acr per diagnosi reumatoide, ho zonulina fecale, disbiosi test ecc.). Sembrerebbe una malattia invisibile ma io ripeto ho dolori continui mentre tutte le altre persone le quali viene diagnosticata fibromialgia mi riferiscono di avere dolori ma non continui,. Per questo chiedo sé possibile effettuare analisi.

Risposta del medico
Specialista in Fisiatria

La fibromialgia è una sindrome, che significa solo”insieme di sintomi” e certifica che la medicina non ha ancora identificato la causa che ha scatenato tutti questi sintomi dolorosi. A mio parere vi è sicuramente una componente “reumatica” con associati problemi posturali complessi. Spesso si tratta di soggetti femmine, elastiche/lasse, con articolazioni facilmente traumatizzabili. L’approccio che consiglio è rivolto a tamponare tutti questi problemi, quindi si deve agire su più fronti. Non esiste un’unica terapia risolutiva!! Partirei con esercizio che tonifica e stabilizza le articolazioni, studio posturale con progetto rieducativo, piccole dosi di antidolorifici e cannabinoidi.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Artrite e artrosi, qual è la differenza
Artrite e artrosi, qual è la differenza
2 minuti
Il 20 ottobre esami e consulti gratuiti contro l'osteoporosi
Il 20 ottobre esami e consulti gratuiti contro l'osteoporosi
3 minuti
Prove di funzionalità respiratoria
Prove di funzionalità respiratoria
2 minuti
Quali esami fare per controllare l'udito?
Quali esami fare per controllare l'udito?
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Radiologia e Reumatologia
Castelfranco Veneto (TV)
Specialista in Medicina generale e Reumatologia
Viterbo (VT)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Reumatologia e Dietologia
Catania (CT)
Specialista in Reumatologia e Medicina interna
Prov. di Milano
Specialista in Reumatologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Reumatologia
Ferrara (FE)
Specialista in Reumatologia
Massarosa (LU)
Specialista in Reumatologia e Ortopedia e traumatologia
Prov. di Alessandria
Specialista in Reumatologia e Allergologia e immunologia clinica
Pisa (PI)
Specialista in Reumatologia
Prov. di Napoli