25-05-2018

Esito elettromiografia arti inferiori

Da circa 9 mesi ho problemi alle gambe dal ginocchio in giù.

All'inizio si trattava di dolo retti che sono finiti durante l'estate in vacanza al mare per poi riprendere a settembre con parestesie fascicolazioni alcuni crampi e un certo indurimento dei muscoli nel salire le scale. Il Medico mi ha prescritto elettromiografia nella quale si evince "segni di denervazione in fase attiva associati a segni di riorganizzazione dell'unità motoria nel muscoli gemello mediale e tibiale anteriore dx e sx. Segni di sofferenza neurogena cronica nei muscoli peroneo lungo dx e sx.

Screzio neurogeno nel vasto mediale sx e negli apponenti del pollice. Il reclutamento nella muscolatura distale degli arti inferiori avviene senza incremento della frequenza di scarica ed i segni di sofferenza neurogena non sono indicativi con certezza di una sofferenza di tipo radicolare" CPK leggermente superiore al normale (102) da anni. RMN della colonna evidenzia solo a L4 L5 lieve retro-liste assi di L4 su L5. Pseudo protrusione di scale sinistra impronta lievemente la radice L4 sinistra. Sono spaventata, mi hanno parlato di SLA, di Sclerosi Multipa, di Neuropatia da corpi inclusi. Sono in attesa di essere vista in un centro di malattie neurologiche di Milano, ma ci sono mesi di attesa, non so cosa fare ho paura. Se mi dite cosa potrebbe essere ringrazio di cuore.

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta

Il referto EMG depone per una poli-neuropatia motoria. Sicuramente non può trattarsi di Sclerosi Multipla che colpisce solo il sistema nervoso centrale. Sembra molto indicato un consulto neurologico con uno specialista esperto di malattie neuro-periferiche.

TAG: Adulti | Arti inferiori | Disturbi del linguaggio | Esami | Malattie neurologiche | Neurologia | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!