Buongiorno, Avrei un dubbio riguardo la correlazione tra fumo passivo e tumore ai polmoni: premesso che mio padre è mancato per un tumore ai polmoni (fumatore, ma aveva smesso da 10 anni), io comunque non sono mai stato esposto a fumo passivo o attivo fino a circa 4 anni fa. Da allora sono costretto (per lavoro) a frequentare per circa 8/16 ore mensili uno studio di professionisti in cui non vige il divieto di fumare e conseguentemente mi ritrovo esposto al fumo passivo. Tale esposizione è significativamente rilevante per malattie tumorali come quella dei polmoni? Nel caso si interrompesse tale esposizione rimarrei comunque maggiormente a rischio di chi non è mai stato esposto a fumo passivo? Vi ringrazio