11-09-2006

Fin da ragazzino "ho sofferto" di extrasistole,

Fin da ragazzino "ho sofferto" di extrasistole, cosa che non mi ha impedito di svolgere una vita lavorativa e sportiva del tutto normale. Ho eseguito ECG, holter, che confermavano la presenza di tale sintomatologia, mentre con il test da sforzo esse risultano sparire. Ho eseguito ecocardiografia transtoracica con le seguenti conclusioni: cardiopatia dilatativa moderata con funzione sistolica del V.sn. conservata, minima ipocinesia parietale diffusa ed assenza di evidenti alterazioni della cinetica segmentaria, BEV isolati durante l'indagine. Preciso che sono alto m. 1,82 peso 120 kg. (con dieta moderata ho perso 20 kg. in un anno) e soffro dal 1979 di sindrome ansiosa depressiva e assumo 1 prozac, 2 xanax 0,50 per attacchi di panico. Potrei gentilmente avere delucidazioni in merito con i dati da me inviati? Ne sarei confortato. Saluti e ringraziamenti. Maurizio
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La cosa che appare più evidente è il notevole soprappeso corporeo che è probabilmente la causa di una moderata dilatazione cardiaca con lieve sofferenza. Completi le indagini con una attenta valutazione dei fattori di rischio (pressione arteriosa, assetto lipidico, metabolismo, abitudine al fumo ecc.) secondo quanto il suo medico saprà consigliarle. Continui a seguire una dieta bilanciata e pratichi una regolare e continuativa attività fisica in modo da perdere ulteriormente peso e rientrare in valori più accettabili. Si sentirà senz’altro meglio e potrà ottenere anche una regressione delle alterazioni attualmente riscontrate.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!