10-04-2018

Fitte e dolori alla testa

Salve,

sono una ragazza di 22 anni e da qualche tempo sto facendo caso a cose un po' inusuali che succedono al mio corpo. Molto probabilmente mi starò semplicemente facendo prendere dal "panico", ma volevo comunque avere un parere.

Da qualche settimana avverto (quasi giornalmente) delle forti fitte alla parte sinistra inferiore della testa, che durano più o meno 5-10 secondi. Da circa 2-3 mesi molto spesso sento dei rumori, tipo tonfi, all'orecchio destro. Noto da qualche giorno una grande fatica a ricordarmi le cose.

Nella giornata di oggi mi è capitato davvero troppe volte di pensare qualcosa e dimenticarla subito dopo, una cosa abbastanza comune credo, ma è la prima volta che mi capita così frequentemente in una giornata. Inoltre mentre studio, ad esempio, e ripeto ad alta voce qualcosa, non riesco a trovare i termini corretti, è come se non mi venissero in mente delle parole che però utilizzo spesso nelle mie giornate. Un'altra cosa che ho notato anche oggi è che mi è capitato di sbagliare a pronunciare delle cose, la coniugazione di verbi facilissimi ad esempio, che dico sempre, oppure mi sono trovata a sbagliare la costruzione di frasi semplicissime, senza accorgermi di sbagliare, pensando di averlo detto correttamente, e poi accorgendomi di aver effettivamente sbagliato e meravigliandomi.

Oggi mi è successo di avere dei problemi ad alzarmi dalla sedia e dal letto, appena alzata mi sì è appannata la vista e la testa ha cominciato a girare, cosa che mi capita a volte quando mi muovo troppo velocemente, ma questa volta ho fatto questi movimenti in totale tranquillità e lentamente. Nei giorni passati ed anche oggi ho notato un leggero indolenzimento e fastidio al braccio destro. Inoltre ci tenevo ad aggiungere che questo non è un periodo di forte stress per me, non sono preoccupata, riesco a dormire tranquillamente. Ultimamente, poi, mi sento la testa molto leggera, quasi vuota, è una sensazione molto strana da spiegare.

Spero mi possiate aiutare a cercare di spiegare queste cose, grazie!

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta

La sintomatologia è piuttosto aspecifica ma non va sottovalutata. Il capogiro appena alzata può dipendere da un abbassamento transitorio della pressione arteriosa. Se si ripete occorre controllarla. Per il resto penso che sia indicata una visita neurologica per una valutazione diretta dell'obbiettività clinica.

Prof. Carlo Gandolfo - Ordinario di Neurologia all'Università di Genova.

TAG: Apparato circolatorio | Disturbi del linguaggio | Esami | Giovani | Malattie neurologiche | Neurologia | Sistema Cognitivo | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!