Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

15-12-2012

flebotrombosi del braccio in deficit Proteina C Coag

salve dottor CARLO, Ma Vorrei far chiarezza su tutti i miei dubbi Perché sto diventando pazza.. Allora sull ecocolordoppler e uscito questo: braccio destro Trombosi di non recente formazione di 3 centimetri Con segni di riacutizzazzione..Io non capisco e una TromboFlebite o una Flebite ? E normale Che ho tutto Il braccio gonfio Che Sembra un salsicciotto? Solo Con Treparin Va bene come cura ?quanto ci vorrà per sgonfiarsi Il braccio? La mia dottoressa ha detto Che non potrò più usarlo per i prelievi e vero? Io da quando mi hanno operato ho Anche la carenza della proteina c coagulativa bassa.. Infatti Devo fare lo screening della Trombofilia.. Aspetto una sua risposta mi scuso ancora per avergli scritto tante volte..Ma sono tanto confusa..
Risposta di:
Dr. Claudio Rosco
Specialista in Anestesia e rianimazione
Risposta

Gentile Signorina, rispondo sulla base degli elementi che lei mi fornisce: La tromboflebite e una coagulazione intravenosa di sangue con i caratteri dell'infiammazione ( e così probabilmente è esordita ); la trombosi o flebotrombosi è l' occlusione di una vena da parte del coagulo no accompagnata da note di infiammazione. Il deficit parziale di proteina C Coagulativa è una condizione genetica e quindi già presente alla nascita, e allo stato attuale delle conoscenze mediche, lei se la porterà per tutta la vita. Il deficit può essere di tipo omo o eterozigote con diversa espressività clinica. Ciò in pratica significa che lei è esposta più di un soggetto normale ad avere tromboflebiti e trombosi. Traumi, infezioni, terapia anticoncezionale, fumo, stasi venosa da gravidanza etc la espongono più di altri alla malattia. Le consiglio di farsi seguire da un reparto di Ematologia sia per il proseguimento della terapia che per i controlli successivi.

Cordiali saluti

TAG: Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!