Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-10-2006

Forse mi spavento con facilità, ma non faccio

Forse mi spavento con facilità, ma non faccio altro che sentire di giovani vite (tra i 40 e i 50) spezzate da infarti. E sempre si tratta di uomini non fumatori, abbastanza sportivi, non stressati, insomma con quello che si può definire uno stile di vita sobrio (niente colesterolo ecc). MA si parla tanto di prevenzione e di successi nel campo.. che deve fare una persona per tentare di prevenire l'infarto? grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Intanto bisogna appurare se queste persone a cui Lei fa riferimento sono veramente morte per “infarto” (cioè, necrosi acuta del muscolo cardiaco secondaria a una malattia aterosclerotica delle coronarie), perché purtroppo spesso i giornalisti che descrivono gli eventi parlano di infarto anche quando si tratta di morti improvvise cardiache non infartuali (magari legate a patologie cardiache ereditarie misconosciute – cioè, di cui il soggetto affetto non era a conoscenza). Invece, i fattori di rischio coronarico sono ben noti e possono senz’altro essere corretti da uno stile di vita sano “salvacuore”: non fumare, non essere sovrappeso, svolgere attività fisica regolare ed evitare la sedentarietà, curare la pressione se è alta, avere glicemia, colesterolo e trigliceridi nella norma, consumare molta frutta e verdura e ridurre il consumo di grassi saturi (di questi fattori di rischio si è parlato più volte in questa rubrica, può leggere anche le altre risposte e le schede che abbiamo pubblicato). Così facendo è possibile ridurre il proprio rischio cardiovascolare globale.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!