20-09-2016

Forte dolore notturno alla spalla: qual è la cura?

Salve dottore sono una donna di 67 anni peso circa 65kg. Svolto in passato lavoro a mano di pizzaiola, lavorando per 30 anni nel settore, oggi in pensione. Da giorni andavo avanti con antidolorifici per un forte dolore notturno alla spalla ed il medico mi ha inviato a fare lastra al braccio e spalla.
In attesa di portare le analisi tra 15 giorni volevo sapere un parere, visto che devo attendere molti giorni.

RX spalla sn, risultati. Riduzione dello spazio subacromiale in quadro di conflitto subacromiondeltoide. Areola di osteorarefazione a carico del versante superiore della testa omerale in sede subcorticale. Note sclerotiche del trochite. L'articolazione acromionclaveare appare in asse.
Gentile Dottore gli sembra grave perché io sono giorni che nemmeno i farmaci a base di codeina mi fermano il dolore forte da circa 30 giorni che è iniziato. Cosa o come vengono curate in genere queste patologie? premetto che per il resto non ho altre malattie sevnon l'età che porta acciacchi naturali. In attesa grazie.
Risposta di:
Dr. Roberto Antenucci
Specialista in Medicina fisica e riabilitativa
Risposta
Buonasera, il problema che descrive, vista anche la sua storia lavorativa, depone per una probabile tendinopatia della cuffia dei rotatori (muscoli della spalla) associata a quanto già visto nelle Rx, cioè un quadro artrosico di discreta importanza.
Consiglio dunque di eseguire un'ecografia della spalla (RM successiva solo se ecografia poco chiara) e di iniziare intanto, dopo un'accurata visita fisatrica o ortopedica, un trattamento fisioterapico che ha come obiettivi il recupero completo dell'articolarità, il rinfozo muscolare e la contestuale riduzione del dolore; si poono associare antinfiammatori durante il trattamento riabilitativo. Un'infiltrazione può essere indicata se vi è inefficacia di quanto proposto.
Cordiali saluti 
TAG: Medicina fisica e riabilitativa | Ortopedia e traumatologia