04-04-2006

Gentile dottore, ho prolasso mitrale con rigurgito

Gentile Dottore, ho prolasso mitrale con rigurgito lieve, onda Q respiratoria, tiroidite autoimmune, ansia e depressione. Sento battere il cuore sotto il seno sinistro, anche se non mi tocco con la mano. Ho extrasistoli che vengono quando vogliono. Sento il cuore e lo stomaco gonfio. Se faccio uno sclino o un passo mi viene l'affanno. Per respirare debbo fare lo sbadiglio, altrimenti non sono soddisfatta. La notte, quando mi appisolo, mi sveglio di soprassalto perche' sembra di sentire che il cuore si e' fermato o un peso sul petto. Cerco di eruttare perche' mi sento come bloccata. Qualcuno dice che potrei avere un reflusso o un ernia iatale. Ho anche ANA positivi e secchezza gola notturna (Sindrome di Sjogren?). Microematuria nelle urine e peso specifico a 1030. Non bevo quasi nulla. Ho appetito, mangio senza alcuna dieta. peso 52 chili, ma ho pancia e vita gonfi. Forte prurito dietro la spalla, sine materia. Giorni fa' ho fatto esami sangue: TSH un 4 e qualcosa, ANA positivi, Autoanticorpi tiroidei alti, Colesterolo 229, Beta 2 microglobulina a 4.10, albumina 47 (bassa rispetto al valore minimo ) ed alfa 2 piu' alte di poco del valore massimo. Ho ripetuto, sospettando linfoma, Protidogramma e Beta 2 microglobulina in centro ematologico e sono venuti perfetti (forse il primo aveva sbagliato? Ma il prurito forte mi insospettisce sempre). Ho tanta astenia e soprattutto paura per il cuore. Il mio cardiolo dice che va bene, ma quando mi ha visitato non avevo extrasistoli. Anche Ecocardio normale. Qualcuno dice di prendere Rytmonorm, mentre il mio medico, non e' d'accordo e suggerisce Atenol. Ma fino a quante extrasistoli al giorno si puo' stare senza medicina? Ho paura della morte improvvisa (in Internet ho letto che puo' venire x prolasso mitrale ed extrasistoli. Da un po' di tempo, prendo 7 gocce di lexotan al giorno. Ho anche insonnia. Senso di sbandamento. cammino a zig zag e vertigini soggettive. la pressione era sempre 120/80. Ora e' anche 130/140 - 85/90. Grazie per una Sua cortese risposta. Saluti. Mietta
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Le aritmie in cuore sano non sono da trattare, ma và invece trattato la stato ansioso. Pertanto la terapia non dipende dal numero, ma bensì dal tipo e dalla clinica del paziente. Se è necessario trattare i sintomi il farmaco maggiormente indicato è il B bloccante a dosaggi molto bassi, indicato nei soggetti con prolasso della mitrale. Eviterei la somministrazione del Ritmonorm poiché trova impiego in aritmie di origine diversa.