Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

09-05-2006

Gentile dottore,io ho 37 anni e lo scorso 18

gentile dottore,
io ho 37 anni e lo scorso 18 settembre è nata la mia primogenita. subito dopo la nascita, al nido dell'ospedale le hanno diagnosticato una trasposizione completa dei gossi vasi. Sottoposta ad intervento, (il successivo 11 ottobre presso il monaldi di napoli), tecnicamente riuscito, non si è più svegliata e neppure l'ecmo ha potuto aiutarla. aveva anche un DIV, già diagnosticato, ma non avevano visto che anche le coronarie, molto piccole, erano dove non dovevano essere. ho letto tutto quello che sono riuscita a recuperare in internet e vorrei sapere se esiste un nesso, come mi è smbrato di avere capito, tra l'assunzione di nimesulide, da me assunto per tre giorni prima di sapere che ero incinta, e questo tipo di malformazione.
inoltre vorei sapere: e se non avessi acconsentito all'operazione? quanto avrebbe vissuto? avrebbe sofferto?
e ancora: mia figlia mentre era ricoverata in cardiologia intensiva all'età di 3 giorni ha affrontato un'operazione di cateterismo, come è possibile che non si siano resi conto anche dello stato delle sue coronarie? e da ultimo: avrebbe fatto qualche differenza avere anche quest'ultima informazione per il cardiochirurgo che l'ha operata? lei che aspettativa di vita avrebbe avuto con anche le coronarie rimaneggiate?
la ringrazio
C. P. A.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Purtroppo a molte delle sue domande e’ molto difficile rispondere ma anche le piu’ complete ed esaurienti risposte non potrebbero mai lenire il tremendo dolore che ha provato e sta ancora provando.
Cerchero’ pero’ di darLe alcune informazioni che spero siano comunque di aiuto. Con questa patologia la sopravvivenza a 1 mese e’ del 50% mentre ad un anno e’ solo del 10%, quindi ha fatto bene ad acconsentire all’intervento nella speranza di dare una vita’ senza sofferenze alla sua bambina. Il DIV si associa nel 40% dei casi di trasposizione completa dei grossi vasi e alla nascita aiuta a ridurre la cianosi (scarsa ossigenazione del sangue) e limitare i segni di scompenso cardiaco. Le anomalie coronariche sono spesso presenti ma se e’ stato eseguito un cateterismo (ds o sin?) e’ verosimile che fossero conosciute dal cardiochirurgo che ha eseguito l’intervento.
Esistono pero’ delle particolari varianti anatomiche del decorso delle coronarie che possono essere diagnosticate con maggiore difficolta’ e possono essere responsabili di una piu’ elevata mortalita’ operatoria. Non sono pero’ descritte nella sua domanda le cause di mortalita’ della bambina e quindi e’ difficile fare qualsiasi congettura.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!