Gentile Dottore, la mia mamma che ha 78 è affetta da cirrosi epatica di origine criptogenetica. Il suo maggior problema è l'iperammoniemia. Nonostante tutto riusciamo a tenerla sotto controllo evitando molto volte che vada in stato confusionale utilizzando dosi molto elevate di portolac (16-20 cucchiai al dì e i disinfettanti intestali, alterniamo rifacol e humatin). E' anche affetta da una lieve insufficienza renale (creatina 1.6) è diabetica (anche se ultimamente le glicemia era abbastanza buone emoglobina glicata 5.3).Esistono centri specializzati per l'encefalopia epatica? E che cosa di può fare ancora per migliorare l'iperammoniemia?. La ringrazio anticpatamente