Gentile Dottore, qualche mese fa la mia ragazza ha fatto delle analisi risultando positiva al virus dell'epatite C...Probabilmente la causa del contagio è stata una trasfusione avuta quando aveva solo 1 anno per via di un intervento chirurgico. Ora lei ha 27 anni e non ha alcun sintomo...In più l'epatologo a cui si è rivolta l'ha tranquillizzata dicendo che si tratta di un virus non sviluppato del genotipo più innoquo e che avrebbe potuto condurre una vita del tutto 'normale', facendo qualche controllo di tanto in tanto. In effetti lei non ha mai mostrato alcun sintomo, l'ha saputo per puro caso. Ora io non so come prenderla, crede che questa sia una situazione possibile o farebbe meglio a rivolgersi a qualcun altro? Grazie.