Gentile dottore, Sono anni che riscontro di notte un disturbo che fino adesso non mi preoccupava ma che ora avrei l'esigenza di approfondire. Mi sveglio con un ritmo cardiaco molto accellerato non esattamente tutte le notti ma volendo riferirle una circostanza comune a tutti questi episodi le devo dire che mi capitano quando durante il giorno vengo aggredita da qualche attacco di panico , disturbo che da poco mi è stato diagnosticato. e che mi preparo ad affrontare con la terapia cognitivo comportamentale. Detto questo, io credo che col nostro muscolo nobile non si scherzi , di fatti limito il caffè al solo momento del risveglio non bevo alcolici ,niente psicofarmaci ,ma sono fumatrice. Vorrei sapere se è il caso che mi faccia una visita cardiologica anche perchè vorrei ricominciare a fare palestra e temo di correre dei rischi.Grazie. Romina