Gentile redazione, dalle analisi del sangue di mia madre è stato riscontrato ieri un sospetto picco monoclonale in zona gamma. I parametri sono nelle zone rispettivamente:Albumina 57,4%Alfa 1 3,5%Alfa 2 13,1%Beta 12,6%Gamma 13,4 %V'è stato un incremento di gamma rispetto al 2005 dello 0,2%.Il grafico della zona gamma è piramidale, il picco se ho capito bene è sulla parte IgM - IgA. Anche perchè gli analisti hanno scelto di eseguire ulteriori analisi che hanno portato a rilevare il valore IgM. Valore che corrisponde a 17. Ci hanno dato come parametro di riferimento minimo 40 (anche se ricercando ho letto minimi di 60).Tutti i parametri delle prime analisi sono nella norma (oltre al Quadro Proteico Elettrof., è sono stati eseguiti anche l'esame emocromocitometrico, Triiodotironina libera, Tiroxina Libera, Tireotropina - TSH, 17 beta estradiolo, ormone luteinizzante).Eseguendo alcune ricerche ho trovato come possibili diagnosi: Immunodeficienze congenite Linfoma B Diabete magro giovanile postalcolica Pancreasectomia Terapia insulinica.Qual'è la probabilità che si sia in presenza di un Linfoma B? Cosa comporta? Quali cure? Sono davvero molto preoccupato per mia madre: 45 anni.Vincenzo Celentano