05-04-2006

Gentili dottori del centro oncologico "giorgio

Gentili Dottori del Centro Oncologico "Giorgio Porfiri", qualche giorno fa, la mia ragazza (27 anni, ha perso la madre all'età di 45 anni per un tumore al seno), ha riscontrato la perdita di siero dal seno destro. Non è la prima volta che succede, ma questa volta il siero aveva un colore molto scuro, tendente al verde, lasciando sospettare che si trattasse di sangue. Per fugare terribili dubbi che la causa di tale perdita potesse essere una formazione neoplastica, la ragazza si è sottoposta ad un esame ecografico che non ha evidenziato nulla di anormale. Oltre questo esame non ne sono stati eseguiti altri, tuttavia la settimana prossima potrebbe essere eseguito un esame microscopico sul siero. Le era stata anche proposta una dutto-galattografia. Il medico che la ha visitata, ha ritenuto che il liquido dal colore scuro potesse essere siero stagnante, come dire "andato a male". Premesso questo, ritenete utile che la ragazza si sottoponga ad altri test per accertare con maggiore sicurezza le ragioni di queste perdite? Quali altri test potrebbero essere utili? E' consigliabile la dutto-galattografia? Davvero, si può pensare che sia latte "vecchio"? Vi ringrazio sentitamente per l'attenzione. Antonio T.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Quanto avvenuto non desta particolari preoccupazioni; se indicato e consigliato dal medico di riferimento la duttogalattografia può essere utile per meglio definire la situazione che non ha le caratteristiche di sospetto neoplastico.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!