Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07/09/2016

A Modena il convegno "Le buone abitudini della prevenzione"

a modena il convegno le buone abitudini della prevenzione
GoSalute
Scritto da:
GoSalute
Due giorni dedicati alla prevenzione e ai rapporti tra comunità medica ed economica al fine di cercare e stabilire punti in comune per l'organizzazione e gestione di modelli di stili di vita sostenibili e sani. Prende vita giovedì 13 e venerdì 14 ottobre a Modena, presso l'Auditorium del Forum Marco Biagi, un congresso dedicato alla prevenzione in ambito oncologico, a cui parteciperanno importanti esponenti del panorama medico-scientifico italiano e francese.

Tra i partecipanti, il professor David Khayat, direttore dell’Istituto Nazionale Tumori in Francia e presidente del convegno e il professor Giovanni Tazzioli, responsabile della Chirurgia senologica oncologica e del Punto Amico-Percorso Senologico dell’azienda ospedaliero universitaria Policlinico di Modena.
Il congresso, intotilato Le buone abitudini della prevenzione e organizzato da Esprit3 in comunione con l'Università degli Studi di Modena e Reggio Calabria, prevede quattro sessioni incentrate rispettivamente su alimentazione, attività fisica, risvolto emotivo ed estetico delle neoplasie. L'iniziativa è patrocinata da ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica), dal Comune e dslla Provincia di Modena, Unimore-Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena Policlinico, Modenamoremio, Sassuolo Calcio, con il sostegno di Coldiretti Modena e BPER Banca, CSI Modena, Lapam Federimpresa.

Si parte con Eat Well, una sessione dedicata alla corretta alimentazione e ai modelli dietetici per la prevenzione dei tumori e delle malattie croniche. Seguirà, poi, Move! in cui si parlerà dell'importanza dell'attività fisica a scopo preventivo e delle risposte ormonali alle patologie.
Venerdì 14 l'apertura dei lavori sarà segnata da una lettura magistrale realizzata ad hoc per il convegno da Giuseppina Torregrossa, ginecologa e scrittrice di successo grazie al romanzo edito da Mondadori Il conto delle minne.

 
Leggi anche:
Per i pazienti affetti da un tumore l'alimentazione è fondamentale per garantire tutti i nutrienti necessari all'organismo.


Mens sana in corpore sano dicevano gli antichi. Sulla scia di questa filosofia, la seconda giornata sarà dedicata alla cura di sé prima con Think positive! e Take care!. Nella prima sessione si prenderà in considerazione la valorizzazione della persona e della sua autostima, per aumentare la consapevolezza delle proprie potenzialità. A riguardo sarà approfondito il progetto Mindfullness del Centro Oncologico Modenese, che prevede l’utilizzo della meditazione yoga abbinata a uno specifico protocollo cognitivo comportamentale.

Nell'ultima sessione sarà protagonista la salute della pelle: al centro della discussione l’esposizione al sole, correlata al rischio tumori, e i vantaggi nell’utilizzo dei cosmetici.
“Alla luce del successo raccolto lo scorso anno in occasione del convegno Prevenire i tumori passando per la buona cucina, sia a livello scientifico che di consenso da parte della popolazione - spiega Tazzioli, co-presidente del convegno - il professor Khayat ed io abbiamo ritenuto opportuno ripetere l'esperienza, perché gli studi epidemiologici mostrano che la prevenzione, intesa come una corretta scelta dei cibi con cui ci nutriamo, alcuni accorgimenti nel nostro stile di vita e un regolare esercizio fisico, porta a una riduzione non solo delle malattie croniche metaboliche come il diabete, ma anche delle neoplasie. La cultura della prevenzione va sviluppata con l'adozione di buone abitudini che devono entrare sempre più a far parte della nostra società”.

Durante il convegno ci sarà spazio anche per la relazione del dottor Paolo Bellingeri, medico esperto in nutrizione in ambito oncologico, dal titolo La prevenzione oncologica a tavola: evoluzioni delle abitudini alimentari o per quella del dottor Filippo Ongaro, tra i massimi esperti di medicina anti-aging, che parlerà di Alimentazione e risposte ormonali nell’attività fisica.

A conclusione dei lavori, sabato 15, è prevista una camminata ludico motoria non competitiva aperta a tutti, organizzata in collaborazione con il CSI Centro Sportivo Italiano - comitato di Modena per educare all’importanza dell’attività fisica.
Il convegno, ad accesso libero e gratuito per la popolazione, sarà accreditato per il rilascio di crediti ECM per tutte le professioni sanitarie con un contributo simbolico di 15 euro e si svolgerà dalle ore 9.00 alle 18.00 di giovedì 13 e dalle ore 8.30 alle 15.30 di venerdì 14 ottobre.


Per approfondire guarda anche: “Sole e cura della pelle“
TAG: Oncologia | Tumori | Prevenzione | Nutrizione | Medicina dello sport | Psicologia | Sport e Fitness | Salute mentale | Scienza dell'alimentazione | Pelle
GoSalute
Scritto da:
GoSalute