Gentili dottori, prima di tutto vi ringrazio per la risposta che mi avete dato(domanda: YI6QV062) ora è tutto più chiaro. Ho solo un'ultimo dubbio,perchè nella risposta non me l'avete spiegato, e chiedo perdono se vi reco ancora disturbo. E' chiaro che oggetti quali rasoi, aghi di siringhe, spazzolini da denti etc. possono avere un contatto diretto... Leggi di più con il sangue perchè possono provocare ferite più profonde. Ma citando di nuovo gli oggetti che ho elencato nella domanda precedente (fogli di carta, spigoli di tavoli etc.) nel caso in cui quest'ultimi venissero toccati con le mani, persumibilmente sporche di sangue infetto di un soggetto e poi un soggetto sano si può fare un piccolo graffietto superficiale con uno di questi oggetti, mettiamo il caso un foglio di carta, può essere a rischio questo? Ovviamente io parlo di GRAFFIETTO SUPERFICIALE, non una ferita profonda e sanguinante, che ovviamente tali oggetti, tipo fogli di carta non sono in grado di provocare. E sappiamo benissimo che nella vita di tutti i giorni puo capitare spesso di provocarsi piccoli graffietti superficiali con oggetti comuni come quest'ultimi che ho citato(fogli di carta, spicoli di tavoli etc.). Ovviamente noi non possiamo sapere se una persona ha le mani sporche di qualche traccia di sangue, tipo le donne quando hanno le mestruazioni e vanno in bagno e magari non si lavano bene le mani, o qualcuno che si tampona una ferita, insomma situazioni comuni che possono capitare tutti i giorni e che non si possono evitare, a meno che non ci si chiude in una campana di vetro ed evitare tutti i rapporti sociali e lavorativi, cosa ASOLUTAMENTE ASSURDA!! So che posso sembrare paranoico e so che la mia domanda è esagerata però vorrei avere, se è possibile quest'ultimo chiarimento. Spero di non avermi recato troppo disturbo e confido in quest'ultimo vostro chiarimento.Cordiali saluti.Luca