22-10-2002

Gentili dottori, soffro di vaginiti ricorrenti.

Gentili dottori, soffro di vaginiti ricorrenti. Dopo una serie di terapie antibiotiche per debellare lo streptococco agalactiae, soffro ancora di secchezza vaginale e bruciori. Ho effettuato anche una Terapia a base di capsule di Bactocin, per ripristinare la flora acidofila, ma la situazione è solo di un po'' migliorata. Premetto che durante la terapia a base di Bactocin avvertivo un bruciore alla cervice (ho una Ectopia comparsa dopo il Parto). Vorrei un consiglio su come fare per stare meglio e come comportarmi con l''igiene intima. Grazie SZ
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, nella vagina vi sono molti batteri che costituiscono la "flora vaginale batterica" che serve a mantenere l'ambiente vaginale acido e resistente ad altri batteri o virus che potrebbero essere causa di malattia, cioè la vaginite. In alcuni casi questi batteri possono avere il sopravvento e si crea una situazione, che viene definita anche come "vaginosi batterica", che dà i sintomi tipici di una infiammazione alla vagina (vaginite). Perché questo succeda non è sempre chiaro, però quando si manifesta (ed i sintomi sono quelli di una vaginite) si deve curare per ricreare l’equilibrio fra i vari batteri che formano la flora batterica vaginale. Si rivolga al suo ginecologo per la prescrizione di una terapia adeguata. Nel frattempo può assumere fermenti lattici (assunti separatamente o con lo yogurt) e curi con attenzione l’igiene intima. A questo proposito, le suggerisco di consultare sul sito internet di Infasil la rubrica “Le 10 regole d’oro dell’igiene intima”.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!