Gentilissimi Dottori, mi chiamo Davide e ho 29 anni. Vi scrivo per chiedervi consigli e pareri su un problema che mi " infastidisce " da quasi 7 anni. Proprio 7 anni fa iniziavo ad accusare bruciore e dolore alle vie urinarie e lungo tutto il pene. A questo bruciore si accompagnava la sensazione di imminente minzione che, però, il più delle volte... Leggi di più si concretizzava con poche gocce di urina. Faccio presente che questi sintomi si presentavano a volte senza riconoscibili fattori scatenanti e, altre volte, si presentavao ( e si presentano tutt ora ) non appena praticavo ( pratico ) l'assunzione di alcolici, anche leggeri come birre a basso grado alcolico. Il mio medico inizialmente si è sempre limitato a semplici esami delle urine che puntualmente avevano esiti negativi. Dopo molto tempo ( 5 anni ) e numerosi esami delle urine ( compreso un tampone uretrale ) gli è venuto il dubbio che potesse trattarsi della prostata. Siamo partiti con l'esame del PSA e questo ha riportato valori nella norma. Successivamente sono andato dall'urologo che dopo l'esplorazione rettale mi ha detto " hai la prostata un pò congestionata ma antibiotici non te ne voglio dare, fai 45 giorni di prostacomplex ". Durante l'assunzione di questo integratore ho notato un leggero miglioramento dei sintomi: riduzione della frequenza con cui si presentava il dolore, diminuzione dell'entità del dolore. Fatto sta che terminato il prostacomplex i fastidiosi dolori nella zona pubica hanno ripreso a presentarsi. Ci tengo a precisare che i dolori sono un pò diversi: avvero sempre un bruciore lungo il pene e una condizione di " tensione " su tutta zona genitale ma, a differenza dei dolori di molto tempo fa, ho riscontrato diminuzione della sensazione di imminente minzione. Arrivati a qusto punto è iniziata una battaglia contro i mulini a vento dove i mulini a vento si concretizzano con il mio medico che nonstante le mie lamentele ha, a mio avviso, preso il prolbema sottogamba. Dopo mia insistenza mi ha fatto prendere nuovamente il prostacomplex ma, ahimè, con il secondo ciclio non ho notato effetti positivi. Ho tempestivamente intrapresa una nuova sequenza di lamentele con il mio medico che ha portato alla prescrizione di una compressa al giorno, per 5 giorni, di Levofloxacina 250 mg. Fatto sta che sono al quarto giorno e mentre vi scrivo ho la sensazione di dolore-bruciore nella zona genitale. Arrivato a questo punto non vi nascondo che sono un pò stanco a causa della mancata risoluzione del problema . Ringraziandovi in anticipo vi chiedo di darmi i vostri preziosi consigli e pareri che saranno senz'altro utili ad instradare la mia vicenda verso la risoluzione del problema. Nuovamente grazie. Davide.