17-09-2012

Gentilissimi, sono una donna di 29 anni, non fumo,

Gentilissimi, sono una donna di 29 anni, non fumo, non bevo alcol, ho due bambini, non faccio sport.Chiedo un parere riguardo alle mie frequenti crisi ipoglicemiche postprandiali con glicemia arrivata anche a 52. Dico postprandiali perchè al mattino, dopo il digiuno notturno sia la mia glicemia che l'insulina sono perfette. Ho dosato anche il peptide c che al mattino va bene come il resto delle analisi.Ho eseguito un curva da carico glicemico più insulina e questi sono i risultati:glucosio:0' = 8730' = 16660' = 8590' = 86120' = 79180' = 80insulina:ins.base = 7,230' = 134,060' = 167,990' = 64,3120' = 25,2180' = 5,6 E' da circa un anno e mezzo che ho frequenti crisi ipoglicemiche certificate da glicemia bassa e non vivo più bene. Ho sempre il terrore che "mi capiti". Non sono ingrassata. Il mio peso non si discosta dai soliti 55 kg. Il mio medico dice che puo' essere una cosa mia e nulla di più...ma io ho letto che esiste l'insulinoma. E se fosse questo? Ringrazio in anticipo.
Risposta

Gentile Sig.ra

tra i vari valori che mi ha dato, non vi sono  la sua altezza ed il suo peso.

Prima di pensare ad un insulinoma che causa ipoglicemia a digiuno ed anche nel periodo post-prandiale tardivo, sarebbe opportuna una dieta personalizzata con sei spuntini giornalieri; per esattezza, per evitare crisi ipoglicemiche quando la causa è solo alimentare, la percentuale dei carboidrati è la seguente: colazione: 9 %; spuntino metà mattinata 8 %; pranzo 42 %; spuntino pomeridiano: 6 %; cena 29 %; spuntino prima di coricarsi: 6 %.

Cordiali saluti

Dott. Corso Concetto

Diabetologo

TAG: Diabete | Endocrinologia e malattie del ricambio