Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-12-2018

Glicemia

Buongiorno. Ho 53 anni ed ho un quesito sull'autoesame della glicemia. Di tanto in tanto mi reco in farmacia (oltre che ogni due/tre anni in ambulatorio per esame completo), per eseguire i classici test su colesterolo, glicemia etc. Sono almeno 15 anni che i miei valori glicemici sono attestai sul limite massimo e variano da 110 a 115 mg/100dl. Da qualche giorno ho acquistato un kit "fai da te" di una marca nota ed ho notato, nelle misurazioni in vari momenti della giornata, che il valore è piu' alto la mattina appena sveglio, quindi circa 110 e invece scende anche a 90 dopo due ore dal pasto serale. Forzando sulla colazione con alimenti dolci, dopo due ore il massimo risultato è stato 127mg/dl. La mia domanda è, come è possibile che scendano i valori dopo i pasti anzichè salire? Preciso che godo di ottima salute, che i risultati di altri esami del sangue sono molto buoni, che non assumo la classica pastiglia per la pressione, che questa si attesta su valori al di sotto di 90 la minima e di 135 la massima, a fronte di una pressione minima generalmente intorno agli 85, la massima talvolta è anche al di sotto di 125. Faccio jogging dalle due alle tre volte a settimana con una media di 8 km di percorrenza. Non ne ho ancora parlato con il mio medico di famiglia anche perchè fino a qualche mese fa il medico anziano (ora è pensionato), mi ha sempre detto di tenere sotto controllo questa glicemia e niente piu', con quello nuovo come ripeto ne devo ancora parlare.
Risposta di:
Dr.ssa Ilaria Giordani
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del metabolismo
Risposta
Innanzitutto non ha nessuna valenza ai fini di qualsiasi diagnosi misurare la glicemia con il glucometro, a meno che non vi siano dei valori intorno a 200 mg/dl Comunque, la glicemia tipicamente inizia ad alzarsi prima al momento del digiuno, dopo i pasti il suo pancreas probabilmente ha un aumento della secrezione insulinica, che va a ridurre i valori della glicemia. Questo è tipico dell'insulino resistenza, che è la condizione fisiopatologica dei pazienti sovrappeso/obesi e che predispone negli anni a sviluppare il diabete. Deve continuare attività fisica ed alimentazione regolare, per perdere peso o mantenere il peso ideale e ridurre il rischio di sviluppare diabete
TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Malattie dell'apparato respiratorio
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!