05-01-2017

Gonfiore al viso e zona palpebrale

Salve dottore, ho 22 anni, 180cm x 70kg. Ho un problema che mi crea un certo disagio, il mio viso tende spesso a gonfiarsi in zona mento e sottomento, naso, guance e palpebre, accompagnato da un intenso pallore. E un problema che ho da diversi anni ma che fino all anno scorso si presentava solo in determinate occasioni ad esempio la mattina appena alzato, a digiuno o in mancanza di sonno.
Ultimamente e un problema diventato piuttosto insistente, la mattina permane per diverse ore e spesso anche per tutto il giorno nonostante dorma a sufficienza e abbia un alimentazione regolare ed equilibrata. Premetto che sono fumatore e conduco una vita piuttosto sedentaria, ma la situazione spesso va oltre i limiti del plausibile, alcuni giorni mi sveglio con un viso cosi gonfio da essere inespressivo per non parlare del pallore decisamente malsano con occhiaie molto marcate e non migliora neanche dopo colazione o lavaggio con acqua fredda, permanendo per diverse ore. Ho notato anche che la zona palpebrale tende a rimarcarsi ogni volta che guardo anche per pochi minuti uno schermo che sia telefono, tv o pc. Ho fatto diverse analisi del sangue, non risulta anemia, inizialmente invece e risultata una condizione di ipotiroidismo subclinico tsh piu alto della norma e colesterolo alto ma ripetute le analisi a distanza di un paio di mesi il tsh e rientrato nel range della normalità. Non so proprio da cosa possa dipendere e dove indagare, la cosa piu plausibile e coincidente era una disfunzione tiroidea che e stata poi scongiurata, ho pensato anche potesse essere un problema di scarsa circolazione e quindi cardiaca, per il colesterolo sto curando l'alimentazione gia da diversi mesi ma non sembra centrare nulla con questo problema. Il mio medico dice che si tratta di stress, ma ho forti dubbi.. Lei cosa ne pensa? In che ambito dovrei indagare per risolvere? Ha dei consigli da darmi? Grazie

Risposta di:
Dr.ssa Ilaria GiordaniDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del metabolismo
Risposta

Un problema di microcircolo andrebbe indagato con immunologo per patologie specifiche. Per la tiroide, ripeterei ciclicamente gli esami.

TAG: Biochimica clinica | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Ghiandole e ormoni | Medicina generale | Patologia clinica