Gent.mo dottore, mio fratello qualche mese a seguito di frequenti dolori allo stomaco ed una rapida perdita di peso ( 8-10 kg in un mese ) e la comparsa di un evidente linfonodo al collo. Gli è stata prescritta una ecografia e di seguito un ago aspirato nella cui la risposta viene scritto che si sospetta un adenocarcinoma.Viene ricoverato d'urgenza... Leggi di più dopo aver eseguito una tac in cui gli sono state riscontrate numerose adenomegalie.Nel frattempo le analisi del sangue danno i marcatori alti.Di li a qualche giorno gli viene fatta una nodulectomia diagnostica che dice: Metastasi linfonodale da adenocarcinoma con aspetti di mucosecrezione. Nella descrizione Microscopica invece si scrive che ci sono metastasi linfonodale da adenocarcinoma mucosecernente con aree di Necrosi Sono presenti focolai di tessuto osseo infiltrati dalla neoplasia.il fenotipo è CK7+ CK20- CDX2+ in modo disomogeneo, TTF1.Nella ricerca clinico strumentale della neoplasia i dati riscontrati consigliano di ricercare una origine delle vie biliari e del Pancreas, con minore probabilità da stomaco e colon o dal polmone.Attualmente è in ospedale e sta facendo il primo ciclo di chemio, diciamo che per ora grossi problemi non ha avuti tranne alla bocca e si lamenta perchè dice di avere un grande amaro in bocca e di non sentire il gusto del cibo che mangia.Le chiederei gentilmente di sapere quanto è grave la malattia di mio fratello e che speranza ha di salvarsi.La ringrazio per l'attenzione e Le auguro buon lavoro.