gregi Dottori,vi ringrazio per aver accolto la mia richiesta di consulto.Nel marzo 2013,ho avuto un rapporto sessuale completo con la mia ex fidanzata. Poichè la ragazza in questione ha avuto numerosi partners prima di conoscermi,tra cui un talassemico,mi son subito preoccupato. Nell’occasione lei stessa mi ha rassicurato sul suo stato... Leggi di più sierologico,ma in realtà non ha mai effettuato alcun test Hiv. Per questo motivo ho temuto rischi per la mia salute,e da li’ in poi ho sofferto di attacchi di panico.Nei giorni e nelle settimane successive,ho quindi controllato scrupolosamente le mie condizioni di salute,senza MAI accusare i sintomi caratteristici di una possibile sieroconversione(stati febbrili,rasch cutanei,linfonodi inguinali o latero-cervicali etc…) o di altre malattie sessualmente trasmissibili.Ho sempre goduto di ottima salute.Nonostante il mio quadro clinico fosse rassicurante,dopo due mesi dall’accaduto(61 giorni) ho effettuato il test Hiv 1 e 2 Ab/Ag presso una struttura ospedaliera locale,e fortunatamente questo ha dato esito NEGATIVO.Vorrei sapere se dovrei continuare a preoccuparmi, o se invece dovrei archiviare serenamente il caso e voltare pagina.Vi chiedo infine se dovrei accertare o meno la presenza di altre malattie sessualmente trasmissibili,data l’assenza di una specifica sintomatologia come detto in precedenza,ed il mio ottimo stato di salute in questi mesi(eccezion fatta per una lieve irritazione al meato urinario esterno).Vi ringrazio anticipatamente