Buongiorno, spero vivamente di aver inserito la mia domanda nella giusta categoria, in quanto sento di aver bisogno d'aiuto. Sono un uomo di 43 anni, da 3 anni guido autotreni a tratta giornaliera. I primi 2 anni ho fatto quasi sempre turni notturni, a volte alternati a turni diurni nella stessa settimana, il che mi causava seri disturbi del sonno,... Leggi di più soprattutto durante i giorni di riposo. Da 1 anno, dopo aver lamentato i suddetti disturbi, ho ottenuto un turno che va dalle ore 15.30 alle ore 01.00. I primi tempi andava molto meglio, rispetto al turno di notte, ma adesso, dopo 1 anno, mi ritrovo ad avere svariati problemi: mi sento sempre stanco e affaticato, ho spesso mal di testa, alterno stati di depressione a stati di aggressività, faccio fatica a concentrare la vista su qualsiasi immagine. So che la fine dell'orario di lavoro non è poi così avanti nella notte, ma io la mattina non riesco a dormire oltre le 9.00 e quindi mi ritrovo ad essere già stanco alle 18.00. A Suo parere, i miei problemi sono imputabili all'orario lavorativo o a cos'altro? Cosa mi consiglia di fare? Ringrazio anticipatamente.