L’ESPERTO RISPONDE

Ho 38 anni, soffro di emicrania senza aura

Ho 38 anni, soffro di emicrania senza aura dall'età di 12 anni, con attacchi, di durata di circa tre giorni, che si ripetono mediamente ogni due settimane.Ho eseguito, tramite Il Centro cefalee, i seguenti esami: - RMN encefalo che ha evidenziato " presenza di piccolissima area iperintensa, aspecifica, a sede sottocorticale parietale dx, al di sopra della scissura di Silvio".- Ecocolordoppler con mdc che ha mostrato " di base e durante manovra di Valsalva doppio shunt dx-sx a livello del setto interatriale" .- ETE che ha concluso " pervietà del forame ovale (2mm) durante manovra di Valsalva. In seguito a questi risultati, sono stata consigliata ad assumere una compressa giornaliera di cardioaspirin 100 e a programmare un intervento di chiusura, per via percutanea, della pervietà del forame ovale. Essendomi documentata, nutro dei dubbi sulla necessità di tale intervento.Gradirei un Vostro parere. Grazie.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

Sempre più numerose sono le pubblicazioni scientifiche che correlano la pervietà del forame ovale all’emicrania con aura con un’incidenza della patologia cardiaca in questi soggetti variabile dal 37 al 50 %, mentre molto minore è l’incidenza in soggetti che vanno incontro ad emicrania senza aura. E’ indubbio poi che i pazienti con pervietà del forame ovale abbiano un rischio elevato di ischemia cerebrale da embolia paradossa, cioè causata da microemboli che formatisi in atrio destro , in particolari condizioni, passano in atrio sinistro e da qui vanno al cervello.Le sue perplessità sulla necessità dell’intervento per via percutanea probabilmente sono dovute al fatto che la tipologia della sua emicrania è senza aura e che l’entità del difetto è minima. D’altro canto c’è da tenere in considerazione il fatto che la RM ha evidenziato una piccola alterazione anche se aspecifica e non sicuramente riconducibile ad ischemia. Nonostante tutti i ragionevoli dubbi ritengo che l’intervento ridurrebbe il rischio di futuri sempre possibili episodi ischemici.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Ascoli Piceno
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)