ho 52 anni , familiarità con il tumore prostatico e da sei mesi ho notato la presenza di sangue nello sperma...tramite il mio urologo ho effettuato ogni genere di esame compresa eco transrettale , esami sullo sperma e sulle urine. psa tutto nella norma..la diagnosi è una lieve ipertrofia della prostata e presenza di calcificazioni ( calcoli) nella prostata..non mi ha prescritto nessun tipo di trattamento farmacologico ,mi ha detto di stare tranquillo anche a livello di rapporti sessuali, e di ripetere la transrettale tra sei mesi....inutile dire che x me non c'è niente di tranquillizzante , infatti mentre prima si distingueva lo sperma dal sangue che appariva più scuro e lievemente coagulato, ora si tratta di unica emissione di colore rosso vivo, del tutto simile ad un emoraggia che mi preoccupa, e che incide negativamente sulla sfera sessuale ed affettiva...è possibile che sia stato tralasciato qualche cosa? attendo chiarimenti ringrazio e cordialmente saluto