Gentili Dottori,Sono un uomo di 44 anni.A fine ottobre 2011 sono stato operato per adenocarcinoma mucinoso della giunzione retto-sigmoidea. Intervento in laparotomia di “resezione anteriore del retto alto”.Istologico: yT1 yN0 yMX.Linfonodi esaminati: 8 (otto).Non ho fatto né chemio né radio.Tac Total Body a febbraio 2012: negativaColonscopia a metà... Leggi di più maggio 2012: nulla di patologico da segnalare.Sto eseguendo i controlli di follow-up sul sangue, anche in relazione ai marcatori tumorali (CEA e CA 19-9).Ho notato un leggero aumento del valore di questi ultimi, che comunque rimangono al di sotto della soglia “limite”.Forse la mia preoccupazione sembrerà eccessiva e per questo Vi prego di scusarmi.Ma desidereri sapere se l’aumento dei valori che ho potuno notare può considerarsi normale e/o “fisiologico”, oppure se debbo procedere ad ulteriori controlli o alla ripetizione dell’esame.Inoltre, desiderei sapere (con l’ovvio grado di “approssimazione”, dato che la medicina non è matematica) quando i valori possono cominciare a definirsi “preoccupanti”.Faccio presente, per completezza espositiva, che NON sono un fumatore e che (anche se so che non si dovrebbe fare) le analisi sono state eseguite presso due laboratori diversi (che indicherò con la sigla LAB1 e LAB2), i quali tuttavia utilizzano la stessa metodica di analisi (chemiluminescenza) ed hanno gli stessi parametri di riferimento (Valori Normali: CEA: 0-5 ng/ml; CA 19-9: fino a 37 U/ml):16 dicembre 2011 – LAB1: (CEA) 1,72 – (CA 19-9) 20,2030 maggio 2012 – LAB2: (CEA) 1,04 – (CA 19-9) 14,252 ottobre 2012 – LAB2: (CEA) 1,30 – (CA 19-9) 18,0322 gennaio 2013 – LAB1: (CEA) 1,94 – (CA 19-9) 19,80Grato per l’attenzione, vi invio cordiali saluti