Ho 66 anni e da piu di dieci anni soffro di ricorrenti episodi di dolori bruciori in zona pelvica ai testicoli fino alla parte alta delle cosce e nei casi piu' forti anche alla schiena,con disturbi per urinare cioe' stimolo frequente, urino poco e con poca forza' attesa prima di urinare e leggero fastidio sulla punta del pene ma non bruciore per... Leggi di più urinare.Nel 2008 per un episodio di questi molto doloroso sono stato ricoverato con febbre 38,5-39,00 per quindici giorni, dimesso con diagnosi di ritenzione acuta di urina.Il PSA tot era0,6 libero 0,1. Da allora il valore del PSA e' incominciato a salire e due anni fa l'urologo che mi segue avendo ilPSA tot 2,15 libero 0,22 all'ecografia TR nodulo di 15mm e visita sospetta mi ha fatto fare una biopsia prostatica risultata negativa per cancro prostatico.Ma dalla quale si evidenziava forte infiammazione in tutti i frustoli esaminati(14). In questi due anni sono stato curato con omnic e vari integratori che mi hanno un po' aiutato a diradare gli episodidi dolori e fastidi ma non ad eliminarli. Dal mese di febbraio i miei disturbi si sono di molto accentuati faccio di nuovo tutti icontrolli, PSA tot 4,15 libero 0,28 eco TR nodulo 18mm.L'urologo su mia reticenza alla biopsia prova con Ciproxin - lenimev- serenoa per 15 giorni, dopo 10 giorni PSA tot 3,73 libero 0,26. Mi consiglia comunque nuova biopsia della quale sono in attesa. Chiedo cortesemente il loro parere su questa mia situazione. Grazie e cordiali saluti.