29-04-2008

Ho scritto qlc giorno fa a questa rubrica, sono in

Ho scritto qlc giorno fa a questa rubrica, sono in attesa di una risposta solo che nel frattempo mi è venuto in mente un altro quesito da porvi. Il mio medico mi ha prescritto il Tareg 160 mg e nel foglio illustrativo è scritto chiaramente che se viene interrotta l'assunzione può peggiorare la situazione: quale è il vs parere? A monte di questa domanda, riassumendo brevemente, c'è una sospetta iperstensione, cosa che quando sono a casa scompare, i valori sono 126-83 mediamente, cosi prima di essere vincolato per sempre all'uso del tareg volevo essere sicuro a cosa vado incontro. Sempre secondo la vs esperienze, non c'è qlc altro farmaco meno dannoso per il fisico che riesca a tenere bassa la pressione, pensando che questo scompenso sia una cosa passeggera, dovuta a stress e insonnia? Inoltre voglio far presente che sono molto emotivo, quando il farmacista mi ha detto che l'uso del Tareg vincola ho avvertito un grosso senso di spavento, con inevitabile variazione dei miei valori pressori! Spero di essere stato abbastanza chiaro nell'esposione del mio problema. Rimango in attesa di una Vs risposta. Distinti saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
tenuto conto di quanto lei riferisce un beta bloccante appare un farmaco più adatto alla sua situazione però prima di iniziare un trattamento farmacologico mi pare giusto appurare se Lei è veramente un iperteso, e se lei lo fosse, si potrebbe prima porre in essere una serie di provvedimenti non farmacologico (dalla dieta iposodica e ipocalorica all’attività fisica lieve e regolare, a modificare i propri stili di vita) infine mi sembra giusto precisare che si può cessare il trattamento con Tareg pur con qualche precauzione e l’averlo iniziato non equivale a dire doverlo fare per tutta la vita
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare