29-04-2008

Ho sempre praticato sport a livello agonistico

Ho sempre praticato sport a livello agonistico amatoriale, in particolare corsa con anche una decina di maratone e sci di fondo con gare fra i 10 ed i 70 km. Ho 46 anni. Uso da una decina d'anni il cardiofrequenzimetro ed ho verificato più volte di avere la soglia aerobica intorno alle 175-180 pulsazioni. Pertanto sono in grado di svolgere un allenamento (molto lento) di 2-3 ore a 150 pulsazioni, un'ora di corsa veloce a 170-175, gli ultimi 2 minuti di una gara anche a 190-195. E' sempre stato così fino a due anni fa. Da allora mi capita una cosa strana: Alla massima velocità sono appena sopra le 160 pulsazioni se arrivo a 170 sono chiaramente sopra la soglia aerobica e devo rallentare. Se sono a 150 pulsazioni non sto facendo una corsa lenta ma già un po' sostenuta. In altri giorni (come se fossi il dott. Jeckil e Mister Hide) la corsa molto lenta è a 180-190 pulsazioni (!!!!) e durante una corsa veloce (o la gara di sci di fondo a 1500m di quota) la faccio a 220-240 pulsazioni (con le stesse sensazioni che avevo una volta a 175). La cosa che non capisco è che un giorno le ho basse e un'altro giorno molto alte. Ma ancora più strano, le pulsazioni non sono mai come le avevo fino a due anni fa quando ero preciso come un orologio ed erano una situazione in. Chiaramente mi preoccupo un po' per le pulsazioni sopra le 200. Le pulsazioni a riposo sono sempre tra 50 e 60 ed a parte il numero altissimo che leggo sul cardiofrequenzimetro non riscontro altri sintomi (se non avessi il cardiofrequenzimetro per me sarebbe tutto normale). Il mio medico mi solo consigliato di svolgere più regolarmente gli allenamenti e di abbassare il mio peso (leggermente superiore al normale), mi detto di provare la "carnitina" per aiutare il muscolo cardiaco ma a parte un recupero più veloce dopo la gara e forse un po' meno fatica durante lo svolgimento non ho riscontrato variazioni. Alla visita medico sportiva annuale risulta tutto a posto (la faccio da quasi 30 anni). Pressione arteriosa sempre perfetta (70-130), chiaramente non faccio uso di sostanze dopanti ed a parte l'allegia stagionale non ho altri problemi di salute. Corro rischi se vado così alto con le pulsazioni sotto sforzo? Un'idea, un'ipotesi?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Segua il consiglio del suo medico: allenamenti più regolari con prosecuzione della sua attività sportiva come ha sempre fatto, fermo restando i controlli periodici, e….non stia troppo a guardare il cardiofrequenzimetro.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!