14-02-2006

Ho un ipercolesterolemia familiare (alterati col.

Ho un ipercolesterolemia familiare (alterati col. tot. ed ldl), sono anche qualche chilo in sovrappeso (6 kg circa), attualmente prendo 1/2 cpr. di prasterol 40 e il col.tot. è ai limiti( 215 mg/dl); ho provato quasi tutte le statine ( torvast 10, provisacor, lipaxan 80 mg), il medico curante me li ha fatte cambiare perchè da 2 anni circa ho le Transaminasi (gpt) un pò alte, le ultime sono 90 U/L, ( le got sono normali) e pensava fosse dovuto alle pillole. I markers per l'Epatite A,B,C sono negativi. Ho fatto di recente un Ecografia al fegato dove dice: fegato ai limiti massimi di volume ad ecostrruttura brillante in assenza di lesioni focali spazio occupanti; la precedente ecografia epatica di 2 anni fà era normale. Il radiologo che ha fatto l'ecografia dice che c'è grasso nel fegato. Può degenerare in steatoepatite? Dovrei fare una terapia in particolare per il fegato per esempio a base di epatoprotettori? Come posso fare per fare scendere le transaminasi (gpt) e fare ritornare il fegato in condizioni normali, con ecostruttura regolare? Quale consigli mi può dare? In attesa di una sua risposta le porgo distinti saluti.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
La sua condizione può degenerare in steatoepatite (NASH), che può evolvere in forme più gravi. Pertanto va seguita con attenzione da parte dello specialista epatologo, che dovrà prendere in considerazione anche una eventuale biopsia epatica per un ulteriore approfondimento diagnostico.