23-04-2018

Holter pressorio

Buongiorno, a seguito di leggera ma persistente sensazione di pressione alla testa, impressione di vista leggermente meno nitida e un po' di preoccupazione/ansia generale mi sono recato dal mio medico curante che mi ha prescritto in primis esami del sangue completi (inclusa tiroide), esame urine e holter pressorio.

Quest'ultimo perché da un paio di rilevazioni fatte da lei in studio (ad un paio di minuti di distanza l'una dall'altra) risultava una pressione di circa 145/85. Confesso che in quel frangente ero agitato e dopo le letture ancora di più.

Sono un soggetto particolarmente ansioso e ipocondriaco. Negli ultimi mesi sono aumentati gli attacchi d'ansia, in diverse situazioni. Gi esami del sangue e urine sono risultati perfetti, mi sono quindi convinto che il problema fosse la pressione. Ammetto di essermi lasciato prendere la mano e nel giro di qualche giorno l'ho misurata davvero svariate volte nell'arco delle singole giornate.

Se mi rilassavo scendeva, al contrario ovviamente saliva. 3 giorni fa ho eseguito holter delle 24 ore con i seguenti risultati:

GIORNO pressione sistolica: min. 91 / media 125 / max. 149 pressione diastolica: min. 56 /media 81 / max. 97 differenziale: min. 30 / medio 43 / max. 61 frequenza cardiaca: min. 63 / media 76 / max. 142 Rilevazioni nel periodo valide: 62 Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 135: 14% Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 85: 41%

NOTTE pressione sistolica: min. 86 / media 106 / max. 120 pressione diastolica: min. 52 / media 62 / max. 74 differenziale: min. 32 / medio 43 / max. 56 frequenze cardiaca: min. 56 /media 62 / max. 74 Numero di rilevazioni nel periodo valide: 15 Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 120: 0% Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 70: 20% GENERALE pressione sistolica: min. 86 / media 121 / max. 149 pressione distolica: min. 52 / media 78 / max. 97 differenziale: min. 30 / medio 43 / max. 61 frequenza cardiaca: min. 56 / media 73 / max 142

Numero di rilevazioni nel periodo valide: 77 Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 130: 31% Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 80: 50% CONCLUSIONI - normali valori di pressione sisto-diastolica media - normale calo pressorio notturno diastolico (dipper) - elevato carico pressorio diastolico - normale variabilità sisto-diastolica - normali valori di pressione differenziale media - normali valori di frequenza cardiaca media Il giorno della misurazione ero abbastanza in ansia e cercavo di fermarmi e rilassarmi ad ogni misurazione, ma ovviamente il pensiero era sempre lì.

Anche la notte non ho dormito bene e dalle 3 sono rimasto in dormiveglia fino alla sveglia definitiva, sempre con una leggera sensazione d'ansia dovuta alle misurazioni notturne. Alla luce di quanto sopra chiedo un vostro parere, ciò che mi preoccupa sono i valori della pressione diastolica, con alcune rilevazioni giornaliere vicino ai 90/95. Premetto che non fumo e non bevo, fino ad un paio di mesi fa ho praticato per circa 4 mesi un po' di jogging 2/3 volte alla settimana ma ero inattivo da qualche anno. Secondo voi il mio elevato stato ansioso può provocare tale reazione? Sono alto 1.76 circa, peso 84 kg. Ad un primo consulto sui dati mi è stato detto di bere e camminare un'ora quotidianamente per due settimane e valutare poi se intraprendere una terapia farmacologica. Alla luce di quanto sopra posso essere considerato iperteso? Ora ovviamente la mia paura è quella che la pressione alta possa già aver provocato qualche danno.

Grazie mille per la pazienza e buon lavoro.

Risposta di:
Dr. Guglielmo Actis Dato
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

Escludo che per la sua età la pressione possa già avere provocato qualche danno.

TAG: Adulti | Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Esami | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Malattie della circolazione | Psicosomatica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!