Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-10-2002

Il 12/10/2002 ho avuto un rapporto con una

Il 12/10/2002 ho avuto un rapporto con una prostituta, il primo della mia vita. Fin da quando lei è scesa dalla macchina ho cominciato ad avere dubbi di ogni tipo che mi stanno rendendo la vita impossibile. Sono molto emotivo e dunque la preoccupazione (unita ad un senso di colpa insopportabile nei confronti di mia moglie) mi provoca uno stato di generale malessere psicologico e fisico (soffro da sempre di colite e in questi 2 giorni ho avuto non pochi problemi). Il rapporto che ho avuto è stato di tipo orale (praticato da lei) e genitale (durata non piùdi 2 minuti; l'emozione ha fatto la sua parte). Fin dall'inizio, sebbene avessi addirittura problemi di Erezione (l'emozione ed il senso di colpa erano già evidenti), ho indossato il preservativo (fornito da lei) e quest'ultimo alla fine del rapporto sembrava integro e ben "indossato" (malgrado la mia Erezione fosse stata piuttosto "precaria" anche durante il rapporto genitale). In questo caso esistono i presupposti per un eventuale contagio? Nel togliersi il preservativo a fine rapporto esiste la possibilità di un eventuale contagio dovuto al contatto delle mucose genitali con la parte esterna del preservativo? Se il pene non fosse stato totalmente coperto (vista l'Erezione non perfetta) il contatto eventuale di liquidi vaginali con la pelle del pene può essere causa di contagio? E' possibile che un eventuale contagio si manifesti fin dal giorno successivo e come? Ringrazio fin d'ora per le risposte che mi darete. Saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Un rapporto protetto da preservativo dall’inizio alla fine viene considerato sicuro dal rischio di contagio; il contatto indiretto (parte esterna del preservativo) con secrezioni vaginali non è considerato a rischio. Non c’è nessun sintomo di un eventuale contagio da HIV che possa manifestarsi dopo un solo giorno. L’unico modo per togliersi comunque le ansie è quello di eseguire il test specifico per l’HIV, che però per essere significativo va eseguito almeno 3-4 mesi dopo l’evento a rischio.
TAG: Infezioni | Malattie infettive
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!