Salve a tutti, quando ero bambino, non ricordo bene quando, avevo circa 6 - 8 anni, mi capitava molto raramente di avere alcune strane crisi della durata di circa una decina di minuti, in pratica percepivo il tempo in maniera molto accelerata e il suono di ogni cosa che mi circondava aumentava notevolmente di volume, la sensibilità dei polpastrelli... Leggi di più diminuiva, e credo che l'intero senso del tatto si affievolisse, era terribile, ricordo che ero molto piccolo e non riuscivo a spiegarlo bene, dicevo soltanto : -vedo tutto veloce.Poi, per fortuna, divenne un periodo isolato e io dimenticai il tutto.Nel 2004 ho avuto una brutta broncopolmonite annessa ad una pleurite, avevo la febbre altissima e sono stato davvero molto male. Durante tutto il periodo di questa malattia mi sono ricominciate queste strane crisi, e in realtà più volte al giorno. Una volta passati i pericoli della broncopolmonite-pleurite, questi miei strani attacchi continuavano, nessun dottore sapeva spiegarmi cosa avessi, qualcuno sostenne che poteva trattarsi di attacchi di panico, ma andando a leggere che cosa fossero realmente, credo di poter sostenere che, per quanto alcuni sintomi possano somigliargli, non si tratta della stessa cosa. Poi ho parlato con un dottore che per fortuna mi ha fatto ragionare sulla mia paura legata a questo disturbo, ossia la paura che questo succedesse, e dopo aver parlato con lui per una ventina di minuti, le crisi sono diminuite fino a cessare del tutto.Da allora ho avuto qualche episodio che è rimasto isolato, parliamo di 3 crisi in 7 anni. L'ultima volta è stato nel 2010, ma, siccome sapevo benissimo di cosa si trattava, rimasi fermo ad aspettare che passasse.Cerco di rispiegarvi bene cosa succede:-il tempo sembra accelerato ( come se con il telecomando si mandasse avanti veloce una scena) e ogni movimento, seppur fatto molto lento, viene percepito da me come veloce-Tutti i suoni aumentano di volume fino a sentirmi assordato e confuso, io credo che, durante le crisi, io sia in grado di sentire distintamente dei suoni che in altri momenti non percepisco chiaramente, ma come ho già scritto, in quei momenti questo crea molta confusione e agitazione.Percepisco anche i suoni interni come il battito del cuore ed il respiro.- Il senso del tatto sembra affievolirsi e se mi sfioro con le dita sento come un formicolio leggero quasi privo di tatto.-Logicamente è un momento di grande agitazione in cui aspetto solo che finisca, il battito del cuore aumenta, anche se io lo sentirei accelerato comunque a causa della percezione distorta del tempo.Sono anni che cerco risposte su internet, ma non ho mai trovato casi simili, se qualcuno può aiutarmi a risolvere questo mistero gliene sarei davvero grato, il mio unico desiderio è quello di dare un nome a queste crisi, anche se, per fortuna, non avvengono quasi più.