Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

il problemi psicologici si riflettono sul fisico

Salve. Scrivo per avere un parere in merito alla mia situazione: soffro da circa sei mesi di stanchezza, che non passa con il riposo, accentuata dall'esercizio fisico e che nei momenti in cui si fa sentire di più è accompagnata da difficoltà nella concentrazione. Essendo sotto terapia psichiatrica da circa 3 anni, ho subito informato il mio psichiatra dei sintomi comparsi. Egli ha quindi rivalutato la terapia farmacologica, aumentando il dosaggio di Cymbalta, che già assumevo, e aggiungendovi Samyr e Frontal. Mi ha anche prescritto degli esami del sangue, da cui non è emersa nessuna patologia. Tuttavia la nuova terapia farmacologica non ha sortito alcun effetto, quindi dopo un periodo in cui mi sono stati eliminati gradatamente tutti i farmaci, mi è stato prescritto del Valdoxan, ma per ora, dopo circa un mese e mezzo neanche questo farmaco sta dando gli effetti desiderati. Nel frattempo ho consultato il mio medico di base, chiedendo se ci fossero ulteriori analisi da fare per escludere patologie fisiche, ma mi è stato risposto che essendo gli esami del sangue nella norma, non è necessario svolgere altre indagini. Vorrei quindi sapere se è effettivamente così o se vi sono patologie che i soli esami del sangue potrebbero non evidenziare, e nel caso, come dovrei quindi procedere. Grazie per l'attenzione e cordiali saluti.
Risposta del medico
Dr. Alberto D'Argenio
Dr. Alberto D'Argenio
Specialista in Psichiatria e Psicologia e Psicoterapia

 Buonasera, dati i suoi sintomi è molto probabile che il problema della stanchezza, se avesse avuto una base organica, avrebbe dato dei segni anche sui risultato degli esami del sangue che ha effettuato, quindi penso anch'io che è meglio fermarsi qui e non fare altri approfondimenti, almeno per ora. Forse il valdoxan non è il farmaco indicato pe il suo stato, io consigierei di provare la venlafaxina, cominciando da 37,5 mg e andare poi eventualmente ad aumentare. in base alle risposte (agisce sulla serotonina ed anche sulla noradrenalina, quindi anche sulla otivazione l'energia). In genere le persone che tendono a somatizzare i proprii disturbi emotivi, possono avere difficoltà a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni, quindi mi sento di consigliarle un percorso psicoterapeutico , anche per capire meglio le difficoltà della sua vita attuale. Mi tenga aggiornato. Dott. Alberto D'Argenio

Risposto il: 14 Giugno 2013
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali