Mio papà ha 88 anni e da tre anni assume ormoni per un carcinoma alla prostata (enantone e casodex, il c.d. BAT). Ultimamente il psa totale ha subito un incremento (tre anni fa era 112, dopo quattro mesi di terapia ormonale 4,80 e dopo integrazione con casodex 50 era sceso a 0,10 e da giugno u.s. è aumentato a 0,47.Sono stati visti secondarismi... Leggi di più ossei dorsali nel nov.2005, non rilevati dalla scintigrafia ma dalla rmn e dalla tac, definiti "riparati". Una tac con mdc di questi giorni, è risultata negativa anche per torace e addome completo, escludendo megalie ai linfonodi, ed ha definiti invariati i detti secondarismi. Mi domando, in assenza di approfondimenti circa il gleason della malattia e solo con esami chimici e quanto Vi ho riferito, cosa sarà possibile fare se la malattia divenisse insensibile agli ormoni? C'è ancora qualche speranza per contrastare la progressione della malattiaPapà porta il pace-maker, ha una forte artrosi, e i medici lo definiscono ancora in gamba per la sua eta'. Grazie e scusatemi tanto per il disturbo.Ferdinando