12-05-2008

In seguito ad una banale diarrea, avuta per 16 ore

In seguito ad una banale diarrea, avuta per 16 ore e con scariche ogni 2 ore, ho ingerito 2 compresse di Imodium, più alcuni flaconcini di Enterogermina per il ripristino della flora intestinale. Mi sono sentito m olto strano e ho misurato la pressione. Ho scoperto di essere iperteso. Massima 175, minima 120 con battito cardiaco a 140. Ho subito interpellato il mio medio che mi ha consigliato una compressa di Lasix ed un eventuale tranquillante. Il giorno dopo ho rimisurato la pressione con questi valori: massima 150 minima 90 frequenza cardiaca 120 Ho rifatto la misura nel pomeriggio con i seguenti valori. massima 140 minima 80 frequenza cardiaca 120 Ora la domanda è la seguente: Io che non ho mai sofferto di ipertensione, tutto ad un tratto sono coinvolto in questo marasma di dati. Quello che però mi fa più timore sono i battiti che non ritornano nella normalità. Cosa fare?? Una visita cardiologica è il minimo sicuramente e poi? Aspetto una vostra risposta alle mie paure. Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
in effetti la cosa più strana è la frequenza alta; probabilmente dipende da un certo grado di disidratazione (secondaria alla diarrea) e dall’ansia, ma sarebbe opportuno fare un elettrocardiogramma per escludere che si tratti di una aritmia, che potrebbe essere indotta da uno squilibrio elettrolitico (per esempio la riduzione della potassiemia). Per quanto riguarda la pressione aspetterei ancora prima di iniziare una terapia, continuando a misurarla spesso per una decina di giorni; se fossero ripetutamente confermati questi valori sarebbe in effetti il caso di cominciare. Comunque la pressione alta non dipende dalla diarrea (che semmai potrebbe ridurla), la scopeta è stata una coincidenza.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare