Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

27-05-2013

in trapianto renale

Salve, sono stato trapiantato di rene un anno fa, ad un anno dal trapianto mi sono stati richiesti di effettuare vari esami di controllo, tra i quali la citologia urinaria a 3 campioni. La diagnosi è stata la seguente: elementi cellulari isolati marcatamente atipici. Premetto che da quando sono stato trapiantato (aprile 2012)gli esami sia delle urinocolture sia delle urine sono sempre risultati negativi, ossia nella norma, così come quelli del sangue. Inoltre non ho mai avuto problemi di alcun genere, irritazioni, cistiti, infiammazioni etc. Il mio medico dice che non c'è niente di preoccupante, solo di rifare l'esame tra 6 mesi.Vorrei un parere anche da voi, grazie
Risposta

Gentile Signore,

l'esame citologico delle urine è sempre da interpretare criticamente, tantopiù in una situazione di rene trapiantato. Immagino abbia anche eseguito una ecografia od una TAC, se non ha dimostrato nulla di particolare ai reni, sia quello trapiantato che quelli nativi diremmo non vi sia da allarmarsi, ma certamente da ripetere l'esame (sempre 3 campioni) tra qualche tempo. L'ipotesi più verosimile è comunque che queste cellule possano originare dai reni nativi, dai quali lo scarso flusso urinario provoca lunghi tempi di transito eer le cellule di sfaldamento che possono così andare incontro ad alterazioni. Senta comunque anche il parere dei suoi nefrologi di riferimento.

Saluti

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!