Buongiorno,mio padre soffre di calcolosi renale, a causa di ciò 10 anni fa per complicazioni si è dovuto asportare un rene.In questi 10 anni si sono ripresentati calcoli al rene rimasto che attraverso vari bombardamenti e uretroscopie sono stati rimossi, il problema è che si è creata una stenosi dell'uretere.A gennaio di questo anno i frammenti... Leggi di più dell'ennesimo calcolo non riuscendo ad uscire (causa la stenosi) hanno provocato sofferenza al rene (creatinina oltre 3), è stato sottoposto a nefrostomia ed il problema è stato risolto temporaneamente, la creatinina è diminuita progressivamente nei 2 mesi successivi, fino ad un valore di 2,1. (Prima di tutti questi problemi il valore si era attestato ad 1.9 ed il nefrologo aveva detto che quel valore sarebbe stato quello in condizioni normali).A marzo è stata tolta la nefrostomia ed inserito uno stent dopo avere verificato che i condotti fossero liberi.Nel frattempo è stata eseguita una scintigrafia che ha rilevato una diminuzione della funzionalità renale.A distanza di due settimane dall'inserimento dello stent ha avuto una infezione urinaria con aumento del valore della creatinina a 2.7.La mia domanda è la seguente:una eventuale infezione urinaria può essere la causa dell'innalzamento della creatinina, oppure la funzionalità renale può diminuire progressivamente (anche in assenza di patologie specifiche).Mi spiego: ad oggi mio padre non presenta calcoli, con nefrostomia i valori stavano diminuendo progressivamente, l'unica differenza è l'infezione.Ringrazio anticipatamente