L’ESPERTO RISPONDE

Indagare la possibilità di eseguire l'applicazione di endoprotesi

Mio padre di anni 64 è stato operato ad ottobre 2003 di aneurisma dell'aorta toraco-addominale con intervento tradizionale (già operato nel 1991 di aneurisma aorta addominale sottorenale),affetto davasculopatia sclerotica pluridistrettuale, cardiopatia ischemica con moderarata stenosi coronarica (come da coronagrafia), ipercolesterolemia familiare, BPCO. A febbraio 2007 la tac spirale dice:"aorta toracica discendente lievemente aumenta di dimensione circa 4cm, con lieve placca trombotica, che si presenta comunque ulcerata, da tenere sotto stretto controllo". Terapia in atto:cardioaspirin 100mg 1 cpr. al giorno, torvast 10 mg 1 cpr. al giorno,ratacand plus 1 cpr al giorno, tildiem 60 a RM 2 cpr al gorno. Domanda: se quella parte di aorta toracica è stata sostittuita come mai è aumentata di dimensioni anche se di poco (forse qualche segmento aortico non sostituito?) e soprattutto come mai l'ucerazione che prima non era stata mai descritta? Esistono dei farmaci per interrompere o rallentare l'ulcerazione? Cosa dovrebbe faresecondo voi? Spero in una vostra risposta, grazie anticipatamnte.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

La correzione dell’aneurisma dell’aorta toraco addominale riguarda solo una porzione anche se estesa dell’aorta stessa ed e’ possibile che si sia dilatata quella parte del vaso al di sotto della protesi. Attualmente sono disponibili degli stent cioe’ delle protesi a forma di retina che potrebbero stabilizzare la parete del vaso. Naturalmente e’ necessario indagare la possibilita’ di eseguire l’applicazione di tale endoprotesi perche’ deve essere presente una anatomia favorevole. Non esistono farmaci che rallentano l’ulcerazione anche se piu’ in generale bisogna controllare con attenzione i valori pressori che vanno mantenuti piu’ stabili possibile. Deve rivolgersi ancora al chirurgo vascolare che ha eseguito l’ultimo intervento. La dilatazione potrebbe ancora essere giudicata non preoccupante e meritevole di controlli periodici.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina dello sport
Prov. di Salerno
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Geriatria e Gerontologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Napoli (NA)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Ipertensione
Prov. di Milano
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Benevento