06-08-2012

indispensabile una diagnosi

Da oltre due mesi la frequenza delle mie urine è molto elevata, negli ultimi giorni anche 20-30 volte al dì, ho dolore alla vescica, l'esame culturale delle urine e del liquido seminale è negativo, ho comunque fatto una settimana di antibiotico (ciprofloxacina), nessun miglioramento. Cosa potrebbe essere? Come comportarmi?Al pronto soccorso ci sono file di parecchie ore da affrontare, il mio medico di base in questo periodo riceve solo per appuntamento e credo abbia anche il sostituto, l'urologo darebbe appuntamento tra un mese; cosa fare? potrei avere un suggerimento?
Risposta

Gentile Signore,

anche se - come ci riferisce - gli esami colturali sono negativi, l'intensità dei sintomi impone senz'altro un approfondimento diagnostico ed una eventuale terapia, anche solo palliativa. Posso tranquillizzarla sul fatto che le infimmazione della prostata possono causare sintomi di questa entità anche con esami generali poco o per nulla modificati. D'ogni modo, le consiglio ovviamente di farsi valutare al più presto da un nostro Collega urologo, in qualsiasi modo questo sia posibile.

Saluti

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia