Circa quattro anni fa, dopo la nascita del mio secondo figlio ebbi una forte forma influenzale con febbre altissima e curata con il minimo indispensabile per via dell'allattamento. A poca distanza dall'evento cominciai a rendermi conto di avere una visione specialmente in lontananza diversa da com'era prima con la sensazione di nausea e vertigini... Leggi di più guardando, appunto, lontano.Mi recai a tre diversi oculisti che mi prescrissero tre diverse gradazioni diverse con nessuna delle quali la situazione migliorava anzi!Durante l'estate subito successiva cominciai ad avere malessere generale con grande senso di spossatezza e sporadici svenimenti di pochi attimi che con l'arrivo dell'autunno andarono via. Lo stesso accadde nelle due estati successive e il mio medico di base attribui' la cosa a degli abbassamenti della pressione sanguigna anche perchè feci degli esami basilari di sangue ed era tutto nella norma, feci anche un cotrollo della mia scoliosi constatando un notevole peggioramento della situazione dopo le due gravidanze, in breve lo schiacciamento delle vertebre mi aveva fatto perdere cinque centimetri di altezza, con l'insorgenza di lordosi e dorso curvo.L'estate dello scorso anno la situazione peggiorò in quanto oltre al solito malessere insorse una ricaduta del morbo di Krohn che mi fece perdere molti chili. Io non ero mai stata a conoscenza di avere questo problema in quanto i miei ricorrenti mal di pancia da piccola erano sempre stati scambiati con altre problematiche.Feci una terapia con Pentasa 500 mg compresse per circa sei mesi e per circa tre mesi fu integrato anche il cortisone Entocir 3 mg per tre volte al giorno.Da allora il malessere generale che avevo solo in estate non andò più via, e a gennaio scorso dopo avere avuto per tre volte delle allucinazioni e dopo aver cominciato ad evere la sensazione che il mio lato destro funzionasse di meno di quello sinistro decisi di recarmi da un neurologo.Di primo acchito non sembrava niente di grave l'unica anomalia durante la visita era che ad occhi chiusi, con le braccia in avanti, cadevo sempre verso destra. Comunque, la neurologa per sicurezza mi precrisse i pea e i vep.Il mese successivo, non avevo ancora effettuato gli esami, una notte fui colta da una forte ed insolita emicrania che non passava in alcun modo ed il giorno dopo andai al pronto soccorso dove mi fecero una tac cranio nella norma a mi rimandarono a casa. Allora il mio medico mi prescrisse delle iniezioni per calmare il dolore che funzionarono, solo che il giorno successivo alla fine dell'emicrania ebbi il primo episodio di un forte attacco di tremore alle braccia ed alle gambe.Qualche settimana dopo feci i potenziali e i risultati furono i seguenti:PEA nella norma i reperti di sx, a dx si segnala, con stimolazione ad 85 db, riduzione d'ampiezza delle onde I III, in assenza di anomalie di latenza;VEP P100 di morfologia slargata e latenza aumentata, possibile disturbo di conduzione delle vie visive bilateralmente.In seguito, ebbi un altro forte attacco di tremore con semiparesi di un paio d'ore del lato dx del mio corpo. Ricoverata, effettuarono controllo del sangue della tiroide nella norma, Potenziali evocati degli arti nella norma, e RM encefalo nella norma: vengo dimessa con la diagnosi di stati d'ansia somatizzata o morbo di Krohn.Esco sempre peggio: formicolio dappertutto, scosse elettriche in varie parti del corpo, tremore dappertutto, stitichezza tutto per circa tre settimane al mese, fino ad ora.Effettuo nel frattempo controllo oculistico 10/10 ad ogni occhio, studio del campo visivo nella norma, controllo otorino nella norma, RM encefalo con midollo spinale con mdc con esito due ernie cervicali non in situazione da intervento.Il mese scorso rifaccio i vep e con lo stesso esito dell'altra volta mi consigliano di rifarli con la stimolazione degli emicampi, nel frattempo fra una crisi di tremore e l'altra vengo colta da forti dolori agli arti che mi impediscono al 90% il movimento, questi dolori cominciano a letto, e poi dall'occhio dx all'improvviso l'immagine si sgrana come se guardassi un secchio d'acqua nel quale gettassi un sassolino.Attualmente prendo 10 gg al giorno di rivotril e 5 gg al giorno di dropaxin, e sto un pò meglio, però ho solo 37 anni, due bambini piccoli da crescermi, lei che ne pensa sto impazzendo o devo andare avanti con altri esami? La ringrazio sin d'ora per il suo interessamento.